fbpx Skip to content

l’incontro fra Jessita e Marzia

"Avevo bisogno di avere qualcuno accanto con cui parlare, condividere i miei pensieri, anche quelli più privati. Una spalla a cui appoggiarmi. Ho trovato questa persona in Marzia".

Jessita è una giovane rifugiata nigeriana. Ha 21 anni ed è arriva in Italia quando ne aveva 17. Una età in cui si è prossimi a diventare maggiorenni, ad entrare nel mondo degli “adulti”, almeno sulla carta. Un passaggio delicato, che reca con sé tutte le difficoltà di un percorso di inclusione ancora in divenire e che rischia di essere interrotto, se non adeguatamente sostenuto. 

Una condizione comune a molti: oltre l’80% dei minorenni non accompagnati che arrivano in Italia ha un’età compresa fra i 16 e i 17 anni. Anche dopo i 18 anni, questi ragazzi hanno bisogno di essere seguiti, perché spesso faticano a realizzare il proprio potenziale e a mettere in pratica le proprie capacità. 

Grazie al progetto Fianco a Fianco, realizzato a Palermo insieme ad Unicef, Jessita ha conosciuto Marzia, la sua “mentore”: una volontaria italiana che la sta aiutando ad affrontare le piccole e grandi sfide quotidiane. Fra le due è nato un rapporto profondo, fatto di amicizia e complicità. “Ho deciso di aderire a questo progetto e di diventare una mentore perché desideravo poter fare qualcosa di concreto per una  giovane migrante. Sono stata tutrice di minori non accompagnati e so che è un bel modo per dare valore al proprio tempo libero”, racconta Marzia.

Stare a fianco di Jessita vuol dire ascoltarla, sostenerla nelle sue decisioni così come nello studio o nel lavoro, condividere con lei momenti di svago, incoraggiarla a realizzare le sue potenzialità. Essere per lei un punto di riferimento, una persona di fiducia. Jessita desidera continuare a studiare: al momento frequenta le scuole superiori e spera di riuscire a diplomarsi, conciliando la scuola con i suoi impegni di giovane mamma. “Avere Marzia vicino mi dà forza. Parliamo di tutto, dalle cose più banali a quelle più intime e importanti. Quando ho dei momenti di sconforto, perché tutto mi sembra troppo difficile, lei è lì, pronta a darmi coraggio”, racconta Jessita.

Marzia e Jessita hanno iniziato a frequentarsi lo scorso marzo, pochi giorni prima che iniziasse il lockdown. Nonostante la separazione fisica forzata, sono riuscite a rimanere in contatto e a conoscersi a poco a poco, grazie a video-call, messaggi e chat. Questo ha reso tutto più semplice e naturale, una volta che hanno potuto rivedersi di persona. In questi mesi, fra momenti di apparente ritorno alla normalità e nuove restrizioni, Marzia e Jessita hanno avuto modo di rafforzare il loro rapporto, fra passeggiate, cene assieme e sostegno reciproco. Jessita ha avuto modo di conoscere la famiglia di Marzia e la sua bambina, che è quasi coetanea della figlia. La maternità è una condizione comune che le ha ulteriormente avvicinate. Nel frattempo, Jessita ha ottenuto i suoi tanto agognati documenti: le è stata riconosciuta la protezione internazionale e ora può progettare il suo futuro in Italia con maggiore serenità. Un momento molto importante, che ha condiviso con Marzia. “Ora posso programmare, senza vivere alla giornata. Marzia è sempre stata convinta che avrei ottenuto una risposta positiva alla mia richiesta di asilo e la sua fiducia è stata contagiosa”.

"Per me è una esperienza molto gratificante a livello umano. Jessita mi cerca per consigli e altrettanto faccio io, perché è un dialogo, una relazione di reciprocità, che sono certa continuerà anche dopo la fine del progetto".

Se abiti a Palermo e desideri diventare mentore di giovani migranti, registrati su questo sito.

Iscriviti alla newsletter

per rimanere aggiornato su attività, progetti, eventi.

Offri Aiuto

Offri ospitalità

Offri ospitalità

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più

Diventa mentore

Diventa mentore

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più

Diventa attivista

Diventa attivista

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più