fbpx Skip to content

Dall’Ucraina a Bari nel segno della musica

Francesco e Claudia da due mesi e mezzo sono i genitori di Sierra. Vivono a Bari con il cane Beira, e ora in casa sono arrivate altre due persone: Elena e Hanna. Sono due musiciste ucraine di circa 40 anni, la prima suona il flauto e la seconda l’oboe nelle orchestre dei teatri delle rispettive città di provenienza, Odessa e Dnipro. Sono state costrette a lasciare l’Ucraina a causa della guerra, e una giovane famiglia di Bari ha aperto loro le braccia. Francesco ha 34 anni, è medico specialista in Malattie infettive e ricercatore dell’Università degli studi di Bari, sua moglie Claudia di anni ne ha 31 ed è medico specialista in Sanità pubblica, dirigente per il ministero della Salute. Sono abituati a spostarsi spesso per lavoro, ma il tempo per accogliere due sconosciute l’hanno trovato.

L’incontro con Elena e Hanna è stato reso possibile grazie alla sede locale di Refugees Welcome e al progetto avviato con il Comune di Bari per creare un albo delle famiglie accoglienti per l’emergenza Ucraina. “Conoscevamo Refugees Welcome e avevamo già avviato in passato il percorso per dare ospitalità – spiega Di Gennaro – ma la prima volta che ci hanno chiamato eravamo a Roma per il parto e la nascita di Sierra”. Già, la famiglia viveva lì, poi si era spostata a Bari perché Francesco aveva vinto un concorso universitario, e la moglie a Bari aveva scoperto di aspettare un bambino. Il caso ha voluto che quando è iniziata la guerra in Ucraina la coppia si trovasse a Bari, e quindi si è resa di nuovo disponibile all’accoglienza. Ed è così che sono arrivate le due musiciste, circa dieci giorni fa, le quali intanto sono entrate in forze nell’Orchestra metropolitana di Bari e tengono concerti durante il weekend, oltre a prove continue nella settimana.

Aprire le porte di casa è la cosa più normale del mondo. Vale per tutti: per chi fugge dall'Ucraina, dall'Africa o da qualsiasi parte del mondo, per il collega di lavoro che vive un momento di difficoltà o l'abitante dello stesso condominio.

Francesco

“Siamo andate a sentirle, sono molto brave – dice Francesco  – Sappiamo che il nostro gesto non mette fine a una guerra, ma proviamo in piccolo almeno ad lenire il dolore di queste persone, ci fa sentire meglio”. Fra di loro comunicano in inglese e tramite i traduttori ucraini, le due musiciste stanno anche imparando l’italiano. Hanno lasciato le loro famiglie in Ucraina, parlano poco della guerra ma sono in costante contatto con parenti e amici: “Sono persone molto care, a volte suonano anche in casa ed è bello anche per la bimba. Adesso Sierra ha due zie musiciste, e il cane dal canto suo ha il doppio delle carezze”. Il piccolo gesto di Francesco, Claudia e di Sierra ha un potere e un significato enormi: “Aprire le porte di casa è la cosa più normale del mondo, lo facevano i nostri nonni e l’abbiamo dimenticato – riflette Francesco – Sentire il dolore degli altri e aiutarli fa parte di noi. E vale per tutti: per chi fugge dall’Ucraina o da altre parti del mondo, per collega di lavoro che vive un momento di difficoltà o l’abitante dello stesso condominio. Il problema è che oggi c’è tanto egocentrismo culturale, crediamo che i nostri problemi sono i più grandi, e invece abbiamo tutti bisogno di ridimensionarci e fare un piccolo sforzo per immedesimarci nelle vite degli altri”. I Di Gennaro – Marotta l’hanno fatto, e sono contenti: “Anche se stiamo spesso fuori non abbiamo alcun problema a lasciare casa agli estranei”. Anche perché Elena e Hanna non lo sono più: resteranno a Bari fino a giugno, perché finirà il percorso con l’orchestra, “ma noi siamo sempre disponibili e possono restare per tutto il tempo di cui hanno bisogno. Quello che si riceve è sempre di più di quello che si dà. Noi diamo solo una stanza, e in cambio abbiamo un bellissimo scambio culturale”.

Credit: La Repubblica – Bari

Condividi:

Iscriviti alla newsletter

per rimanere aggiornato su attività, progetti, eventi.

Offri Aiuto

Offri ospitalità

Offri ospitalità

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più

Diventa mentore

Diventa mentore

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più

Diventa attivista

Diventa attivista

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Scopri di più