Refugees Welcome Italia è partner di Airbnb nel progetto OpenHomes

Siamo molto contenti di essere, assieme alla Comunità di Sant’Egidio, partner di Airbnb Italia nel progetto OpenHomes. Grazie a questa collaborazione, gli host di Airbnb potranno offrire gli spazi della loro casa, per un periodo limitato, ad uno dei nostri rifugiati. La sperimentazione partirà da Milano, con la collaborazione del Comune di Milano, e da Roma.

La partnership con Airbnb rafforza la rete di Refugees Welcome sul territorio. Da oggi potremo contare non solo sul sostegno delle nostre famiglie ospitanti, ma anche sulla disponibilità degli host di Airbnb ad offrire un appoggio per qualche giorno e in casi specifici: quando un nostro rifugiato, in attesa di essere ospitato in famiglia, ha bisogno di un posto dove andare, o quando, terminata una convivenza, non è ancora totalmente autonomo. Preziosissima è, inoltre, l’ attività di sensibilizzazione al tema dell’accoglienza che Airbnb porterà avanti con i suoi utenti.

Scopri di più qui

Ecco la nostra famiglia allargata!

Siamo Michela, Giuseppe, Leonardo, Giosuè e Madou. Ecco la nostra famiglia allargata.
Dal 1 aprile 2017 stiamo ospitando Madou, 24 anni, maliano. In Italia dal 2015, ha ottenuto il riconoscimento del permesso di soggiorno per motivi umanitari.
Michela è un’operatrice sociale, Giuseppe un programmatore di domotica, i bambini vanno all’asilo e fanno i bambini, Madou è volontario del Comune, ha fatto nascere un orto da zero e ad ottobre ha iniziato il Servizio Civile Nazionale. Come vedete, una famiglia come tante! Abitiamo a La Morra, provincia di Cuneo, in una casa in campagna. Per muoversi è necessario avere un mezzo di trasporto, una bici…meglio una macchina.
Perché abbiamo deciso di aprire le porte della nostra casa? Pensiamo sia necessario affrontare di petto questo problema sociale e fare in modo che tutti i cittadini del mondo possano avere uguali possibilità di fronte alla Vita. Non servono professionalità particolari o spazi esagerati, abbiamo bisogno di un mondo più umano, che sappia tendere la mano.
Refugees Welcome è stato il perno centrale per l’inizio di questa convivenza. Competenze, mediazione culturale e affiancamento sono fondamentali per la riuscita del progetto.

Michela e Giuseppe non percepiscono alcun contributo per questo gesto di solidarietà: se vuoi aiutarli anche tu a sostenere Madou nel suo percorso di inclusione in Italia, puoi dare un contributo alla loro campagna di crowdfunding su produzioni dal basso.